NUOVO ANNO ACCADEMICO UNIVERSITA’ DI ADEN – YEMEN

Il Professor Bastianelli in qualità di Professore presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia della University of Aden terrà, come di consueto il Corso di insegnamento in Otorino-laringoiatria destinato agli studenti di medicina yemeniti nel nuovo Anno Accademico.

 

Considerata la delicata situazione della Repubblica dello Yemen, e la conseguente impossibilità per medici e docenti esteri di recarsi in loco, le lezioni saranno registrate nella nuova Mediateca del Consolato e trasmesse agli studenti della Università di Aden nella nuova Sala Conferenze realizzata nell’Ateneo yemenita grazie al contributo della Organizzazione Mondiale della Sanità. Al termine delle lezioni sarà attivato il collegamento Aden-Firenze tra il Professor Bastianelli e l’aula per permettere un confronto docente-studenti sui temi trattati.

 

Tale modalità di insegnamento è stata già sperimentata dal Professor Bastianelli in occasione del primo  collegamento al mondo tra la University of Aden ed una sala operatoria (LINK) e si pone come coronamento del progetto di e-learning e insegnamento a distanza promosso dal Consolato della Repubblica dello Yemen in Firenze, in collaborazione con la Università degli studi di Firenze e la Università degli Studi di Pavia, volto a superare sia le distanze geografiche che quelle dettate dai conflitti al fine di garantire l’insegnamento universitario e in special modo la formazione di personale medico, due temi questi che si pongono con particolare urgenza nella realtà yemenita.

“TRACCE DI CAMMINO”: una missione di cooperazione internazionale

dag2

Il Professor Guido Bastianelli, Console Onorario della Repubblica dello Yemen in Firenze e il Professor Niccolò Persiani, Professore Ordinario di Economia Aziendale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università degli Studi di Firenze hanno organizzato – con la fattiva collaborazione della Dottoressa Martina Giusti, assistente del Professor Persiani e Francesco Orlando, assistente del Professor Bastianelli – una missione di cooperazione internazionale con la Repubblica dello Yemen dando seguito ad un progetto di cooperazione tra l’Università degli Studi di Firenze e l’Università di Aden che già avevano diretto in passato. Hanno coordinato l’arrivo in Italia di una delegazione proveniente dallo Yemen e composta dal Magnifico Rettore della Università di Aden, Professo Al-Khader Ahmed Laswar e dal Direttore dell’Ospedale Pediatrico di Aden, Dottor Mohamed Salem Mohamed Ba Azab, predisposto e presenziato ad una serie di colloqui che hanno avuto luogo dal 16 al 26 settembre 2018 tra la delegazione e varie istituzioni con lo scopo preciso di tendere una mano alla popolazione yemenita, vittima di quella che sta diventando una delle guerre più dimenticate al mondo.

Il Professor Bastianelli, che in passato ha ricoperto il ruolo di Capo Missione in Africa e Medio Oriente per l’Organizzazione Mondiale della Sanità di Ginevra, ha inteso intitolare la missione “Tracce di Cammino”  in onore all’omonimo libro ed in segno di omaggio al suo autore Dag Hammarskjold, Segretario Generale della Organizzazione delle Nazioni Unite dal 1953 al 1961 e Premio Nobel per la Pace nel 1961, che ha dedicato una parte consistente della sua vita a lavorare indefessamente per la pace e la fratellanza tra i popoli.

Il primo degli incontri in programma si è svolto a Firenze, presso il Dipartimento di Emergenza – Urgenza dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi. Il Dottor Stefano Grifoni, Direttore del reparto ha accolto personalmente la delegazione ed ha favorevolmente aperto alla ipotesi di stages formativi di studenti e specializzandi provenienti dalla Università di Aden.

 

 

Di particolare rilievo è stato l’incontro con il Professor Luigi Dei, Magnifico Rettore della Università degli Studi di Firenze. Quella tra l’Università di Aden e l’Università di Firenze è una vecchia amicizia che si rinsalda nonostante le avversità, infatti già da molti anni i due atenei intrattenevano rapporti ufficiali di collaborazione e di amicizia. Il colloquio tra i due rettori, alla presenza del Professor Persiani, ha dato nuova linfa alle relazioni interuniversitarie con la promessa reciproca di riprendere insieme un cammino fatto di cooperazione scientifica e vera solidarietà che si concretizzerà attraverso la firma di una convenzione tra i due atenei.

 

Di assoluta rilevanza anche la riunione avvenuta presso l’Assessorato alla Sanità della Regione Toscana con l’Assessore Stefania Saccardi alla presenza della Dottoressa Maria José Caldés, Responsabile per la Regione Toscana delle Attività di Cooperazione Sanitaria e Internazionale e di Tariq Hatem, attaché per gli Affari Consolari presso l’Ambasciata della Repubblica dello Yemen a Roma. In un clima di piena comprensione e collaborazione l’Assessore ha accolto l’idea di reperire apparecchiature medicali ormai dismesse dalle Strutture Sanitarie del territorio toscano e di destinarle all’Ospedale di Aden che versa in una condizione di assoluta carenza di dispositivi, macchinari sanitari e medicine. Di fronte a una situazione drammatica come quella della popolazione yemenita, nella quale “anche poco può fare la differenza” come hanno tenuto a precisare il Professor Bastianelli e il Professor Persiani durante l’incontro, l’Assessore Saccardi non ha mancato inoltre di impegnarsi a intervenire presso aziende farmaceutiche della Toscana per verificare la loro disponibilità a donare medicinali alla missione di cooperazione trovando una pronta e positiva risposta. Una riunione tecnica circa la collazione di strumenti e controllo tecnico è avvenuta nell’Ospedale di Santa Maria Nuova, il più antico ospedale operante al mondo, alla presenza del Dottor Manuel Bellonzi, Responsabile per le Relazioni Internazionali della USL Toscana Centro e della Dottoressa Sonia Baccetti.

 

Tra le visite istituzionali spicca il colloquio cordiale avvenuto a Palazzo Medici Riccardi con il Prefetto di Firenze, la Dottoressa Laura Lega. Sebbene informata con breve preavviso e nonostante la fitta agenda istituzionale il Prefetto, appena insediata a Firenze, ha voluto incontrare gli ospiti yemeniti mostrando grande sensibilità.

 

 

 

 

Gli appuntamenti della delegazione sono proseguiti fuori dai confini regionali, presso l’Università degli Studi di Pavia nella quale il Professor Bastianelli, docente dell’Ateneo dal 1989, ha pianificato una serie di incontri in occasione della prima edizione della Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile. In un vivace contesto di dibattiti accademici il Professor Laswar ha avuto modo di confrontarsi con il Dottor Marcello Scalisi, Direttore della Unione delle Università del Mediterraneo (UNIMED), il quale ha avanzato la candidatura della Università di Aden nella rete di atenei che presiede. La UNIMED “ha lo scopo di promuovere la ricerca e la formazione nella regione euro mediterranea per contribuire alla cooperazione scientifica, culturale, sociale ed economica” e vedrà annoverata presto tra le 112 Università già associate anche quella di Aden.

 

 

L’intervento del Professor Plinio Richelmi, già Direttore della Scuola di Specializzazione in Idrologia Medica, attualmente Direttore del Master di secondo livello in Idrologia Termale, ha reso possibile l’incontro con il Professor Gian Battista Parigi, Direttore della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Pediatrica della Università di Pavia. Sotto la sua guida attenta e disponibile i nostri amici yemeniti hanno potuto visitare la struttura universitaria, la struttura ospedaliera del Policlinico San Matteo e gli studi del Kiro-Lab dell’Ateneo. In particolare la Responsabile di tale organizzazione, la Dottoressa Elena Caldirola, già in passato ha collaborato con il Professor Bastianelli nello stabilire relazioni diplomatiche tra la Repubblica dello Yemen e la Repubblica di San Marino attraverso l’organizzazione di un convegno. Nello specifico il Kiro-Lab offre un servizio di comunicazione digitale e innovazione didattica volta a migliorare la qualità e l’efficienza dei processi formativi; con il personale tecnico presente è stata valutata la concreta realizzabilità di un progetto di e-learning (o insegnamento a distanza) volto sia a fornire gli strumenti didattici necessari alla formazione degli studenti in medicina di Aden sia a implementare le conoscenze nel percorso post laurea dei medici. Quello dell’insegnamento a distanza è un elemento di cruciale importanza data la attuale situazione in Yemen. Tre elementi concorrono a renderla tale: da un lato la impossibilità per medici e docenti esteri di recarsi in loco a causa dell’alto rischio al quale si esporrebbero; dall’altro la impossibilità, data da ragioni economiche, per i medici yemeniti di recarsi all’estero per la propria formazione e sullo sfondo il fenomeno dei  displaced scientists ovvero della vera e propria diaspora di medici che hanno abbandonato il territorio yemenita a causa della guerra. Ne risulta un quadro critico nel quale studenti dell’ultimo anno di medicina sono chiamati a svolgere a pieno le funzioni di medico, seppure carenti della adeguata formazione. Così è direttamente a loro, e attraverso di essi alla popolazione di Aden, che il progetto di e-learning si rivolge; con la volontà di fornire oggi un aiuto fattuale all’apprendimento del sapere e delle tecniche mediche e con il progetto futuro di formare una nuova e competente classe medica.

 

Con riferimento alla questione dei displaced scientists il Professor Bastianelli ha stabilito dei contatti e iniziato ad approfondire uno schema di progettualità con la Professoressa Roberta Altin, Coordinatrice del Centro Interdipartimentale Migrazioni e Cooperazione Internazionale allo Sviluppo Sostenibile (CIMCS) della Università degli Studi di Trieste. Il CIMCS “che raccoglie un gruppo di docenti e ricercatori coinvolti in azioni e iniziative a favore di migranti forzati e rifugiati”, ha già messo a punto un dettagliato Piano di Ateneo per migranti forzati e Rifugiati (PAR) che attraverso varie iniziative si prefigge di perseguire progetti che possano garantire il diritto allo studio, l’accesso alla didattica e all’alta formazione, ad esempio introducendo per i rifugiati la possibilità di stages ed accesso alla vita accademica permettendo così loro di utilizzare il periodo di protezione umanitaria come momento di crescita in funzione di un ritorno in Patria per la fase di ricostruzione post crisi.

 

Il rientro della delegazione a Firenze è stato caratterizzato da un nuovo incontro amichevole con l’Assessore Stefania Saccardi presso Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati alla presenza dell’Avvocato Gian Paolo Olivetti Rason, Presidente della Fondazione Ginevra Olivetti Rason e del Professor Avvocato Pier Ettore Olivetti Rason, Vice presidente della stessa. La Fondazione “è un ente no-profit che opera con l’obiettivo di supportare e promuovere tutte le iniziative private o istituzionali legate alla cultura, alla ricerca scientifica e alla formazione” che ha voluto donare all’Ospedale di Aden due defibrillatori nel pieno spirito di solidarietà e autentica umanità che anima tutte le sue iniziative.

L’ultimo appuntamento fiorentino ha avuto luogo nel contesto della rinnovata Piazza dei Ciompi, in occasione dell’evento Siedi, leggi e viaggia! La biblioteca di Rekeep”. Il Console, facendo seguito all’ invito ricevuto da Massimo Fratini, Assessore del Comune di Firenze ai Beni Culturali e rapporti con le confessioni religiose e politiche interculturali, ha accompagnato la delegazione all’evento promosso dal Gruppo Rekeep nel corso del quale l’Assessore Fratini ha espresso parole di vicinanza e solidarietà al popolo yemenita e mostrato disponibilità ad approfondire le tematiche della solidarietà tra la Città di Firenze e la Repubblica dello Yemen. Invero l’amicizia tra Firenze e lo Yemen è di lunga data; un rapporto fatto di cooperazione e di cultura culminato nel Patto di Amicizia tra la Città Capitale Sana’a e la Città di Firenze nel gennaio 2008.

La fase finale della missione si è svolta a Roma.

Il Professor Laswar e il Dottor Ba Azab sono stati ricevuti da Sua Eccellenza l’Ambasciatrice Abdulhamed Al-Toqui nella sede dell’Ambasciata della Repubblica dello Yemen in Italia.

La presenza della delegazione in città ha permesso un nuovo incontro con il Dottor Scalisi e il suo staff di collaboratori, nella sede della Unione delle Università del Mediterraneo, utile a mettere a punto dettagli tecnici circa la partecipazione della Università di Aden alla rete universitaria e a riconfermare lo spirito di collaborazione e di solidarietà maturato nei colloqui di Pavia.

 

 

Di rilievo è stato anche l’ultimo degli appuntamenti della delegazione, ovvero il colloquio, alla presenza della Ambasciatrice Al-Toqui, con la Dottoressa Mariella Enoc Presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, il più grande policlinico pediatrico d’Europa, e la relativa visita della struttura ospedaliera con il Dottor Sandro Cristaldi, Responsabile per la Comunicazione e le Attività Internazionali. L’incontro ha voluto essere un primo passo per riallacciare il filo della collaborazione tra l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l’Ospedale Pediatrico di Aden interrotto a causa della guerra; una occasione per riconfermare lo spirito di amicizia che già in passato ha permesso al Professor Bastianelli di promuovere un accordo di collaborazione tra i due ospedali che prevedeva la formazione di medici yemeniti presso la struttura pediatrica romana, con il coordinamento del Consolato della Repubblica dello Yemen in Firenze e l’Ambasciata della Repubblica dello Yemen in Italia.

 

Da questi incontri si evincono le linee programmatiche che segnano il cammino del progetto di cooperazione: un primo intervento sul basic life support, sulla emergenza cardiologica e ovviamente su tutte le forme della emergenza in una zona, come quella di Aden, che riceve feriti da ogni parte del fronte. Il secondo piano d’azione muove prendendo le mosse dall’insegnamento a distanza che verrà sviluppato attraverso lezioni e didattica. A tale proposito il Consolato della Repubblica dello Yemen in Firenze si è dotato di tutte le apparecchiature tecniche necessarie a disporre, nella propria biblioteca, di una mediateca e di una propria sala di video conferenze utili a interagire a distanza. In particolare il Professor Bastianelli, nella qualifica di Professore di Otorinolaringoiatria nella Facoltà di Medicina di Aden, potrà tenere le sue lezioni, relazionarsi e confrontarsi con gli studenti yemeniti e sperimentare un proprio sistema di e-learning attingendo anche alla grande esperienza maturata dal Professor Persiani attualmente impegnato con la Università degli Studi di Firenze in progetti accademici e di sviluppo in ambito sanitario nella Repubblica di Albania.

 

E’ inoltre in corso di organizzazione una intervista radiofonica del Caporedattore di Radio Vaticana, Luca Collodi che fa seguito ad altri servizi radiofonici e interviste della emittente al Professor Bastianelli quale Capo Missione della Organizzazione Mondiale della Sanità in Africa. Questa volta l’intenzione è quella di avere in collegamento da Aden il Professor Laswar e il Dottor Ba Azab per esporre insieme al Console i temi della missione di cooperazione e della più generale situazione dello Yemen.

Attività Istituzionale

XI Congresso internazionale della Unione dei Consoli Onorari d’Italia nel mondo
XX Assemblea UCOI
Il 27 maggio 2017 presso Palazzo Medici Riccardi, sotto l’alto patrocinio del Signor Presidente della Repubblica Italiana e col patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Firenze, si terrà l’undicesimo  Congresso internazionale U.C.O.I.
Il Prof. Guido Bastianelli, Console della Repubblica dello Yemen e Vice Decano del Corpo Consolare di Firenze, é stato incaricato ad organizzare la ventesima Assemblea e l’undicesimo Congresso internazionale dell’Unione dei Consoli Onorari.
Il Prof. Bastianelli modererà la tavola rotonda “Il ruolo dei Consoli Onorari nello sviluppo delle relazioni economiche, culturali e imprenditoriali”.
Il Convegno, oltre a celebrare il quarantesimo anniversario della costituzione dell’Associazione, farà il punto dell’attività consolare in Italia che prevede la presenza di attualmente più di cinquecentosettanta consolati sul territorio.
Infine, é importante sottolineare il prezioso lavoro che continua a svolgere negli anni il Centro di Studi U.C.O.I all’interno del quale il Prof. Guido Bastianelli ricopre il ruolo di Presidente.
Per maggiori informazioni sullo svolgimento dei lavori assembleari é possibile consultare il programma di seguito riportato:
Links utili 
http://www.corpoconsolarefirenze.it
Anlaids Firenze HIV/AIDS Progetto ” Una prevenzione senza confini” 

Il giorno 5 ottobre a Firenze, presso Palazzo Medici Riccardi -Sala Luca Giordano, si svolgerà la presentazione del progetto ” Una prevenzione senza confini”. L’obiettivo del progetto sarà quello di mantenere alta l’attenzione verso i continui rischi e problematiche rappresentate dall’AIDS, sopratutto nel mondo dei giovani.

Di fondamentale importanza é stata la collaborazione tra Anlaids Firenze e il Corpo Consolare di Firenze. Il progetto, inoltre, avrà la funzione di informare, nella lingua nativa, tutte le comunità rappresentate dai Consoli presenti nel Capoluogo fiorentino.
Verrà proposto un depliant (curato dalla U.O. di malattie infettive della USL Centro Firenze), tradotto in venti lingue, contenente l’indirizzario di tutte le Unità Operative di malattie infettive: ospedali e presidi presenti sul territorio nazionale dove poter eseguire il test. Tali informazioni verranno condivise anche dalle sedi istituzionali come Ambasciate e rete di seicento Consolati accreditati nella Repubblica Italiana.
Il Cav.Prof.Dott. Bastianelli in qualità di Presidente di Anlaids Firenze, Vice Decano del Corpo Consolare Fiorentino e Console della Repubblica dello Yemen in Firenze, chiuderà l’incontro con la presentazione del Progetto “HIV/AIDS per una prevenzione senza confini”.
L’Ambasciatrice Asmahan Abdulhameed Al-Toqi in visita istituzionale a Firenze 
In data 1 febbraio nella sede del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, presso l’istituto Agronomico per l’Oltremare di Firenze, vi é stata la visita della nuova Ambasciatrice della Repubblica dello Yemen Asmahan Abdulhameed Al-Toqi. In tale occasione sono stati presentanti importanti progetti che vedono protagonista lo Stato arabo.

La giornata nel capoluogo fiorentino é proseguita con la visita all’Ospedale pediatrico Meyer. Qui si é svolto un incontro di aggiornamento dell’importante e prezioso progetto di Cooperazione Internazionale con l’Ospedale pediatrico di Aden, progetto iniziato da anni e promosso dall’Ambasciata e dal Consolato.

L’Ambasciatrice Asmahan Abdulhameed Al-Toqi, accreditata dal mese di dicembre in Italia , proviene dall’Ambasciata dello Yemen in Parigi, oltre ad aver trascorso quattro anni a Bruxelles e a Kuala LAmpur in Malesia.
L’ultima visita della giornata é stata presso il Consolato della Repubblica dello Yemen in Firenze, dove il Console Prof. Bastianelli ha accompagnato e ricevuto l’Ambasciatrice.
Nomina – CAVALIERE UFFICIALE della Repubblica Italiana-
Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella con decreto del 27 dicembre 2017 ha nominato il Professore Guido Bastianelli CAVALIERE UFFICIALE della Repubblica Italiana.
Di seguito é possibile consultare la nomina alla pagina 28 della Gazzetta Ufficiale
© Copyright Prof. Dott.Guido Bastianelli - Designed by www.yourdigitalweb.com